Guida del programma Play! Pokémon per i genitori

The Pokémon Company International ha creato il programma Play! Pokémon per promuovere il gioco, sia competitivo che informale, tra i giocatori di Pokémon di ogni età. Nato inizialmente con l'intento di offrire ai giocatori del Gioco di Carte Collezionabili Pokémon occasioni di incontro, il programma Play! Pokémon si è ampliato includendo videogiochi e attività ricreative non connesse al gioco, come la proiezione di film e sessioni artistiche incentrate sui Pokémon. Gli eventi informali di lega, i tornei e gli eventi di dimensioni maggiori, come i Campionati Internazionali e i Campionati Mondiali, permettono ai giocatori di sfidarsi, mettere alla prova le proprie strategie, scambiare carte e Pokémon e stringere nuove amicizie con cui condividere l'interesse comune per i Pokémon.

L'obiettivo principale del programma Play! Pokémon è offrire un ambiente di gioco divertente e organizzato, in cui i ragazzini possano crescere a livello sia sociale che intellettivo. In tale ambiente rivestono particolare importanza valori quali divertimento, correttezza, onestà, rispetto, sportività e apprendimento. Oltre a promuovere il pensiero logico e strategico, la sportività e le capacità matematiche e di lettura di base, la popolarità del gioco ha condotto genitori e figli a partecipare agli stessi eventi.

Il programma Play! Pokémon incoraggia il gioco sia informale che competitivo attraverso gli eventi della Lega Pokémon e del campionato Pokémon. Gli eventi della Lega Pokémon si svolgono in un'atmosfera informale e tutti i membri della lega ricevono un premio di partecipazione, a prescindere che abbiano vinto o perso. Sono ospitati in luoghi pubblici e sicuri, come negozi di giocattoli, centri ricreativi e biblioteche e sono gestiti da organizzatori indipendenti che hanno presentato domanda e hanno ricevuto una certificazione da professore o organizzatore di tornei. Cerca una lega dalle tue parti.

Tutto quello che c'è da sapere sul programma Play! Pokémon!

Professori

Sia che tu stia partecipando a un evento informale o competitivo, gli eventi autorizzati Pokémon sono organizzati e gestiti dai cosiddetti “professori”. I professori possono essere sia organizzatori di tornei che capilega certificati, oppure possono essere arbitri certificati e fungere da giudici nel corso degli incontri dei videogiochi e del GCC Pokémon. Alcuni professori hanno la certificazione per più ruoli.

Eventi di campionato

Durante l'anno, gli eventi di campionato rappresentano i principali eventi del programma Play! Pokémon. I nostri eventi di campionato sono caratterizzati da un livello di difficoltà crescente e sono di natura competitiva. Negli eventi del GCC Pokémon, i giocatori utilizzano i propri mazzi da 60 carte per sfidare altri giocatori. Negli eventi di videogiochi, i giocatori devono utilizzare le loro console e le loro copie dei videogiochi Pokémon.

Gli eventi di campionato si svolgono in tutto il mondo e sono gestiti da organizzatori di torneo ufficiali. La stagione comprende Sfide di lega (GCC), Coppe di lega (GCC), Sfide premier (VG), Midseason Showdown (VG), Campionati Regionali e Campionati Internazionali. Il culmine della stagione sono i Campionati Mondiali Pokémon.

Leghe e tornei: cosa aspettarsi

Quando arrivano a un evento, i giocatori possono aspettarsi di incontrare l'organizzatore del torneo o il capolega e probabilmente uno o due arbitri; in eventi di minori dimensioni talvolta questi ruoli coincidono.

I giocatori che desiderano partecipare ai tornei e alle leghe del programma Play! Pokémon devono possedere un ID Giocatore, che è utilizzato per registrare la partecipazione agli eventi. La maggior parte degli organizzatori dei tornei e dei capilega può fornire sul posto un ID Giocatore ai giocatori che ancora non ne hanno uno. I giocatori che scelgono di essere inclusi nei piazzamenti e nelle classifiche devono creare un account del Club Allenatori di Pokémon sul sito www.pokemon.it e scegliere di partecipare al programma sulla pagina delle impostazioni Play! Pokémon del proprio profilo. Per permanere nel programma Play! Pokémon i giocatori devono fare in modo di non avere provvedimenti disciplinari pendenti. Per completare il processo di iscrizione, ai giocatori più giovani occorre il consenso dei genitori.

Spesso i partecipanti agli eventi del GCC Pokémon fanno scambi di carte con altri giocatori Questa attività viene incoraggiata, ma suggeriamo di spiegare ai bambini le possibili conseguenze derivanti dallo scambio di oggetti reali. Gli organizzatori dei tornei o i capilega sono di solito un'ottima fonte di suggerimenti per gli scambi.

Per i genitori di minori: non va dimenticato che spesso gli organizzatori dei tornei sono titolari di negozi e che, oltre al torneo, devono gestire anche un'attività commerciale. È opportuno che i genitori rimangano accanto ai figli per controllarne le attività e, naturalmente, celebrarne i risultati. In genere, lo svolgimento dei tornei richiede diverse ore, quindi consigliamo ai genitori di portarsi qualcosa da leggere o qualche passatempo silenzioso per ingannare l'attesa. L'alternativa migliore per i genitori rimane comunque costruirsi un proprio mazzo e partecipare al divertimento!

Cosa possono aspettarsi i bambini

Considerata la componente competitiva dei tornei, consigliamo ai genitori di spiegare ai figli i concetti di vittoria e sconfitta, le pressioni a cui saranno sottoposti durante la competizione e l'importanza della sportività. Saper vincere o perdere è essenziale. The Pokémon Company International ritiene che, durante la competizione, i bambini debbano soprattutto divertirsi, a prescindere dai risultati raggiunti. In fin dei conti, è solo un gioco.

Suggeriamo ai giocatori di arrivare in anticipo in modo che l'organizzatore abbia abbastanza tempo per rispondere a eventuali domande prima del torneo. Vi esortiamo inoltre a contattarlo per e-mail in caso di domande o problemi. Si possono trovare gli indirizzi e-mail degli organizzatori di tornei tramite la funzionalità di ricerca degli eventi del nostro sito.

È inoltre importante che, in vista dell'evento, i giocatori comprendano quali sono le proprie responsabilità. Per il GCC Pokémon i giocatori devono avere un mazzo autorizzato (il formato verrà comunicato con largo anticipo dall'organizzatore del torneo e indicato nella sezione Play! Pokémon del sito), che rispetti le regole dell'evento. Se il bambino gioca o partecipa a un torneo per la prima volta, è una buona idea chiedere all'arbitro di controllare il mazzo prima dell'evento. Anche se assicurarsi della validità del proprio mazzo è in definitiva responsabilità del giocatore, gli arbitri solitamente danno volentieri una mano, contribuendo così a garantire un'esperienza di gioco piacevole. Per quanto riguarda i videogiochi Pokémon, i giocatori devono utilizzare le loro copie del gioco (ad esempio, Pokémon Sole e Pokémon Luna) e una console della famiglia Nintendo 3DS. Anche in questo caso, gli organizzatori dei tornei comunicheranno in anticipo ai giocatori le regole e le restrizioni relative al torneo nella sezione Play! Pokémon del sito.

È molto importante che i giocatori prestino attenzione alla spiegazione del regolamento di gioco per l'evento in corso fornita dai professori e dagli organizzatori del torneo, che evidenzieranno prima dell'inizio dello stesso le informazioni principali, ad esempio come registrare i punteggi degli incontri e come richiedere un intervento arbitrale. I giocatori devono comprendere che, anche se già conoscono tali informazioni, sono comunque tenuti ad ascoltare ed evitare di disturbare. Parlare o disturbare durante la comunicazione di queste istruzioni non è un comportamento educato e corretto. A tutti i giocatori devono infatti essere garantite le stesse opportunità di imparare e comprendere le regole del gioco prima di un evento.

Responsabilità dei genitori

Anche i genitori hanno delle responsabilità durante gli eventi. È importante che ai partecipanti sia consentito giocare seguendo i propri ritmi. I giocatori stanno imparando a concentrarsi su strategie e concetti complessi che possono, talvolta, essere causa di frustrazione. È inoltre opportuno evitare di interrompere un incontro in corso. Se un genitore ha una domanda da porre, può rivolgersi a un professore allontanandosi dall'incontro.

Capiamo che ogni genitore si entusiasmi e voglia aiutare i propri figli, ma dobbiamo ricordare che non è consentito fornire assistenza ai giocatori durante un incontro. I genitori che desiderano discutere con i propri figli di strategie, sportività o qualsiasi altro argomento, sono pregati di non farlo durante un incontro. Rimarrete sorpresi quando vedrete che, nonostante si tratti di una competizione, i giocatori si scambiano consigli e suggerimenti di gioco nelle pause tra i vari incontri. Quindi, anche se pensate che vostro figlio abbia perso un'occasione o abbia giocato male, è possibile che sia proprio l'avversario a farglielo notare prima di voi.

Seguendo queste semplici linee guida, i genitori possono avere la certezza che la partecipazione alle leghe e ai tornei Pokémon offrirà ai propri figli un'esperienza divertente e indimenticabile! Per eventuali domande, contattateci tramite il sito www.pokemon.it/servizio-clienti.

Torna su