14 ott 2021

Festeggia i 25 anni di Pokémon rivivendo i momenti indimenticabili della regione di Kanto

Rivisita la regione apparsa per la prima volta in Pokémon Rosso e Pokémon Blu che ci ha fatto innamorare dei Pokémon.

Nel corso di questi ultimi mesi, in occasione dei festeggiamenti per i 25 anni di Pokémon, abbiamo rivisitato alcune delle tante regioni che rendono il mondo dei Pokémon così appassionante. Quale modo migliore di concludere il nostro viaggio nel passato se non visitando Kanto, la regione dove tutto è cominciato? Kanto ha infatti debuttato nei primissimi giochi Pokémon, pubblicati al di fuori del Giappone con i titoli di Pokémon Rosso e Pokémon Blu. Ma questa non è stata di certo l'unica occasione in cui abbiamo visitato questa regione! Una versione aggiornata di Kanto è apparsa in seguito in Pokémon Rosso Fuoco e Pokémon Verde Foglia, per poi tornare in Pokémon: Let's Go, Pikachu! e Pokémon: Let's Go, Eevee! rivisitata in chiave moderna.

Considerando che Kanto è stata la prima regione che molti fan dei Pokémon hanno visitato, non c'è da sorprendersi se è carica di ricordi emozionanti. Diamo un'occhiata a quelli che per noi sono i momenti più memorabili della regione che ha dato inizio alle nostre avventure Pokémon.

Il primo sguardo sul mondo dei Pokémon

La prima volta che si arriva a Kanto, si viene accolti dal Professor Oak, il massimo esperto sui Pokémon della regione. Dopo aver ricevuto dal Professore una breve spiegazione sui Pokémon, si parte all'avventura! E poi? Beh, a partire da quel momento si viene travolti da un fiume di momenti memorabili!

Come dimenticare la prima volta in cui ci si trova davanti alle tre Poké Ball nel laboratorio del Professor Oak per scegliere il primo compagno d'avventura, l'emozione di catturare il primo Pokémon selvatico o la sorpresa di vedere per la prima volta un Pokémon evolversi? Eventi come questi possono sembrare la normalità dopo 25 anni, ma ciascuno di essi è stato una vera e propria scoperta nella primissima avventura nella regione di Kanto.

Il brivido di incrociare lo sguardo di un altro Allenatore dando così inizio a una lotta Pokémon ci ha regalato un'improvvisa scarica di adrenalina. In quel momento, non si può fare a meno di chiedersi: "Quale Pokémon dovrò affrontare?", "La mia squadra è pronta per questa sfida?" e "Ho abbastanza Pozioni nel caso in cui la lotta dovesse essere più dura del previsto?". L'esperienza che si ottiene grazie a queste lotte tornerà utile quando si dovrà affrontare uno dei Capipalestra della regione. Infatti, sono state queste lotte a darci la possibilità di mettere alla prova le nostre abilità e a incoraggiarci a creare una squadra variegata all'altezza di qualsiasi avversario.

L'avventura nella regione di Kanto ci è rimasta nel cuore perché costituisce il genere di esperienza che tutti vorrebbero vivere da bambini. Chi non hai mai desiderato esplorare un mondo sconfinato pieno di foreste, grotte, città e oceani e fare amicizia con tanti Pokémon fantastici e adorabili lottando insieme per diventare i migliori? Non c'è niente di più memorabile!


Lavandonia

Sono molti i luoghi indimenticabili della regione di Kanto, ma nessuno di questi batte Lavandonia. Per essere una piccola città, si è infatti creata una certa reputazione a causa dei numerosi avvistamenti di spettri. Tale fama è dovuta soprattutto alla Torre Pokémon, una grande infrastruttura in cui sono ubicate le tombe dei Pokémon deceduti.

La musica tetra che si sente in sottofondo non fa che contribuire ulteriormente all'inquietante atmosfera di questa città. Inoltre, dopo aver ottenuto la Spettrosonda nel nascondiglio del Team Rocket ad Azzurropoli, è possibile incontrare tantissimi Pokémon di tipo Spettro esplorando la Torre Pokémon. Ed è proprio il Team Rocket a costituire un altro dei motivi che rendono Lavandonia così memorabile.

Si scopre infatti che, tra gli altri crimini, questo terribile gruppo di malvagi ruba i teschi indossati dai Cubone. La madre di un Cubone, un Marowak, è persino rimasta uccisa per difendere il suo cucciolo. Vicino alla cima della Torre Pokémon, si affronta proprio lo spettro tormentato di Marowak e si deve tentare di placarlo tramite una lotta, così da liberare la sua anima. Chi poteva aspettarsi un momento così commovente in un'avventura dai toni spensierati? Di sicuro ha aggiunto un tocco di profondità e di realismo alla regione di Kanto.


Sveglia, Snorlax!

Nel corso dell'avventura nella regione di Kanto, si incontrano molti (anzi, moltissimi) Pokémon. Tuttavia, di tanto in tanto, alcuni di questi incontri lasciano il segno. È il caso del nostro amico a tutto tondo, Snorlax. Nella regione di Kanto, si incontrano solo due Snorlax selvatici: uno sul Percorso 12 e l'altro sul Percorso 16. Sfortunatamente, entrambi hanno deciso di appisolarsi proprio nel mezzo di strade piuttosto strette, bloccandone l'accesso e impedendo così di proseguire il cammino.

L'unico modo per svegliare i due Snorlax assopiti è suonare un Poké Flauto, il quale ci viene donato da Mr. Fuji alla Casa Pokémon, ossia il centro di volontariato di Lavandonia. Lo si ottiene solo dopo aver salvato Mr. Fuji dal Team Rocket in cima alla Torre Pokémon.

Ma attenzione: quando i due Snorlax si svegliano, tendono a essere molto scontrosi e desiderosi di lottare! Bisogna quindi assicurarsi che la propria squadra sia pronta all'azione prima di suonare il Poké Flauto ed è bene ricordarsi anche di portare con sé alcune Poké Ball per provare a catturare questo rarissimo Pokémon.

Gli incontri con Snorlax si distinguono dagli altri perché si allontanano dalla solita meccanica che prevede di scorrazzare nell'erba alta finché non appare un Pokémon selvatico. Questi incontri costituiscono infatti una sorta di missione secondaria da completare per poter proseguire l'avventura nella regione di Kanto, ed è per questo che meritano di essere menzionati tra i momenti memorabili.


Il rivale

All'inizio dell'avventura nella regione di Kanto, si incontra il proprio rivale, un personaggio nel quale ci si imbatte diverse volte e che è sempre pronto a una rapida lotta per mettere alla prova le abilità del protagonista. Nei primi giochi della serie Pokémon, il rivale è il nipote del Professor Oak, Blu. In Pokémon: Let's Go, Pikachu! e Pokémon: Let's Go, Eevee! invece, questo ruolo spetta a un altro Allenatore, un giovane chiamato Trace.

Seppur nessuno dei due personaggi sia mosso da uno spirito particolarmente antagonistico, Trace è sicuramente il più amichevole. Infatti, all'inizio del gioco, Blu dice chiaramente che sceglierà il primo compagno d'avventura che possiede il tipo che può creare più problemi al protagonista, così da rendere le lotte molto più avvincenti. Al di là del rivale che si deve affrontare, non mancheranno comunque le occasioni di affrontarlo in emozionanti lotte lungo il viaggio verso la Lega Pokémon all'Altopiano Blu.

In realtà, il rivale ha una sorpresa in serbo una volta che si giunge alla Lega Pokémon. Dopo aver sconfitto i Superquattro, si scopre un inaspettato colpo di scena: il rivale è arrivato poco prima ed è già diventato Campione della Lega Pokémon! Ed ecco che arriva il tanto atteso momento di provare chi è il vero Campione.


Mewtwo

L'avventura nella regione di Kanto non termina una volta che si sconfigge il rivale e si entra nella Sala d'Onore in qualità di Campione o Campionessa della Lega Pokémon. C'è ancora il Pokédex da completare, il che include scovare il Pokémon leggendario Mewtwo.

Tra le macerie della Villa Pokémon sull'Isola Cannella, è possibile trovare varie pagine di un diario che fornisce informazioni importanti sull'origine di Mewtwo. Un Pokémon misterioso che i ricercatori chiamavano Mew fu scoperto nel cuore della foresta. Un altro Pokémon, chiamato Mewtwo, fu creato dagli scienziati utilizzando il DNA di Mew, ma il suo eccessivo potere lo rese incontrollabile.

Mewtwo si nasconde in fondo alla labirintica Grotta Celeste e solo gli Allenatori più qualificati hanno il permesso di entrarvi. Anche dopo aver scovato questo sfuggente Pokémon, catturarlo richiederà grandi abilità (e magari una Master Ball a portata di mano). Ma tutti questi sforzi saranno ripagati! Mewtwo si rivelerà infatti un preziosissimo compagno di squadra che farà tremare di paura gli avversari.

Naturalmente, nella regione di Kanto possono essere trovati altri Pokémon leggendari, ma Mewtwo è stato la scelta perfetta come Pokémon "finale" da catturare. Mewtwo ha una storia misteriosa e un aspetto insolito (e senza dubbio fantastico), perciò catturarlo è sicuramente la dimostrazione che si è diventati dei veri e propri esperti di Pokémon.


Altri momenti da ricordare

Nel corso dell'avventura nella regione di Kanto, vale la pena visitare la Zona Safari, che si trova a nord di Fucsiapoli. Per accedervi è necessario pagare una piccola tariffa, ma questa riserva è il luogo ideare per osservare (e, si spera, catturare) i Pokémon che altrimenti sono difficili, se non impossibili, da trovare in giro nella natura.

La cosa curiosa è che le lotte Pokémon della Zona Safari non sono come quelle tradizionali. Gli unici strumenti che si hanno a disposizione per catturare questi Pokémon sono delle Esche, dei Sassi e un numero limitato di Safari Ball. Se si lancia un'Esca quando si incontra un Pokémon, questo avrà più difficoltà a fuggire, ma sarà anche più difficile da catturare. I Sassi invece hanno l'effetto opposto. Per uscire dalla Zona Safari con nuovi Pokémon da aggiungere alla squadra è fondamentale riuscire a capire quando è il momento giusto per utilizzare le Esche, i Sassi e le Safari Ball. Inoltre, è necessario pianificare il proprio percorso attentamente: dopo un determinato numero di passi, la visita termina e si deve uscire dalla riserva.

La regione di Kanto pullula di Allenatori appassionati, e tra questi c'è anche Ben, il Marmocchio fissato con i pantaloncini corti contro il quale si lotta nel Percorso 3. Non è particolarmente difficile da sconfiggere, ma la sua battuta prima della lotta ("Ciao! Mi piacciono i pantaloncini corti! Sono molto comodi!") è un'affermazione tanto illogica e buffa da averlo reso popolare nel corso degli anni.





Come abbiamo visto, il mondo dei Pokémon è vastissimo e offre tantissimi luoghi da esplorare! Ti ringraziamo per averci accompagnato nel corso di quest'anno nel nostro viaggio malinconico alla riscoperta di quelli che sono per noi i momenti più memorabili di queste regioni tanto amate. Speriamo di averti riportato alla memoria dei ricordi emozionanti o di averti aiutato a crearne di nuovi!

Non perderti le precedenti rassegne delle regioni Pokémon: sono zeppe di emozioni e momenti straordinari!


La regione di Galar

La regione di Alola

La regione di Kalos

La regione di Unima

La regione di Sinnoh

La regione di Hoenn

La regione di Johto

Torna su