09 set 2021

Festeggia i 25 anni di Pokémon rivivendo i momenti indimenticabili della regione di Johto

Torna a Johto ricordando i personaggi, i luoghi e i Pokémon di questa regione, apparsa per la prima volta in Pokémon Oro e Pokémon Argento.

Ci stiamo avvicinando al termine del nostro viaggio in occasione dei 25 anni di Pokémon, nel corso del quale abbiamo rivisitato alcune delle tante regioni del mondo Pokémon. Facciamo ora tappa nella regione di Johto, apparsa per la prima volta in Pokémon Oro e Pokémon Argento e ritrovata in seguito in Pokémon Cristallo. La regione di Johto è riapparsa poi anche in Pokémon Oro HeartGold e Pokémon Argento SoulSilver. Sono tanti i momenti memorabili di questa regione e non è stato semplice scegliere quelli più significativi per questa retrospettiva. Rivivi con noi alcuni dei momenti che ci hanno entusiasmato di più.

Nuovi Pokémon per la prima volta

Anche se è difficile da immaginare ora, quando Pokémon Oro e Pokémon Argento sono usciti il mondo dei Pokémon era relativamente piccolo. All'epoca avevamo infatti esplorato solo la regione di Kanto e incontrato i primi 151 Pokémon. Proprio per questo, visitare la regione di Johto, una terra tutta nuova con moltissimi Pokémon mai visti, è stata un'esperienza unica. Scoprire un'enorme varietà di Pokémon aggiuntivi dopo aver incontrato solo quelli di Kanto è stato proprio come una ventata d'aria fresca.

Non solo Johto ha introdotto nuovi Pokémon, ma ci ha fatto scoprire cose nuove su ciò che possono essere. In questa regione sono infatti stati introdotti anche due tipi di Pokémon inediti: Buio e Acciaio. Questo ha spinto i giocatori a rivedere le vecchie strategie di lotta per adattarle in modo da sfruttare al meglio il potere di questi due nuovi tipi. Inoltre, sono state scoperte le pre-evoluzioni di alcuni Pokémon incontrati per la prima volta a Kanto, come ad esempio Pichu e Igglybuff.

A Johto sono state anche introdotte le evoluzioni di altri Pokémon scoperti a Kanto. Per esempio, è stato scoperto che Slowpoke può evolversi in Slowking e che Scyther può evolversi in Scizor. E naturalmente, come dimenticare le due nuove evoluzioni di Eevee (Espeon e Umbreon) sempre introdotte in questa regione.

La regione di Johto è anche il primo luogo in cui sono apparse le Uova Pokémon. Affidando due Pokémon alla Pensione Pokémon, talvolta era possibile ottenere un Uovo. Da quel momento, far nascere Pokémon dalle Uova è diventato un elemento fondamentale della serie per ottenere Pokémon con statistiche ideali per le lotte.


Il mistero degli Unown

Nella regione di Johto, si trovano le Rovine d'Alfa, una struttura che è oggetto di studio di diversi scienziati della regione. Al loro interno, sono costituite da varie sale che contengono enigmi da risolvere per svelare antiche raffigurazioni di Pokémon. Risolvendo gli enigmi, è possibile introdursi sempre più a fondo nelle rovine, dove si trovano gli enigmatici Pokémon conosciuti come Unown.

Gli Unown sono stati tra i primi Pokémon ad avere molteplici forme distinte, 26 per la precisione. Nonostante tutte le forme di questo Pokémon di tipo Psico siano caratterizzate da un unico grande occhio e appendici nere longilinee, secondo la Descrizione ciascuna di esse assomiglia a una "lettera di un alfabeto antico" (seppur ricordino anche le lettere dell'alfabeto latino). In seguito, nella regione di Hoenn sono state scoperte altre due forme che somigliano rispettivamente a un punto di domanda e a un punto esclamativo.

Nelle rovine sono presenti alcuni messaggi da decodificare scritti utilizzando le forme di Unown. Inoltre, ascoltando la radio tramite il Pokégear mentre ci si trova all'interno delle rovine si possono udire delle strane interferenze, il che contribuisce all'atmosfera curiosa di questo luogo e si aggiunge all'alone di mistero che circonda sia gli Unown sia le Rovine d'Alfa.

Le Rovine d'Alfa costituiscono una missione secondaria nel corso dell'avventura nella regione di Johto. Qui si ha la sensazione di scoprire segreti che sono rimasti celati a lungo, e la quantità di forme di Unown rappresenta il sogno di qualsiasi collezionista di Pokémon.


Il Team Rocket colpisce ancora

Il Team Rocket è stato causa di moltissimi guai nella regione di Kanto e, nonostante la sconfitta del suo leader Giovanni, torna nuovamente a colpire. Infatti, questo gruppo di malvagi si ripresenta ancora più forte nella regione di Johto. Nel corso dell'avventura in questa regione, si ha il compito di sventare i malefici piani del Team Rocket, con i quali si ha a che fare in diverse occasioni.

Una delle loro prime losche missioni è di sequestrare gli Slowpoke per tagliare le loro code e rivenderle sul mercato nero. Più avanti stabiliscono il loro rifugio a Mogania, dove utilizzano le onde sonore per cercare di controllare i Pokémon. Tali onde fanno infuriare un raro esemplare di Gyarados rosso che risiede nel Lago d'Ira, a nord della città. A proposito, ti ricordavi che è proprio a Johto che i Pokémon cromatici hanno fatto la loro comparsa?

Alla fine, si affronta il Team Rocket presso la Torre Radio di Fiordoropoli, presa d'assalto dal team allo scopo di trasmettere dei messaggi per contattare Giovanni, scomparso da tempo. Dopo aver sconfitto i quattro Generali del Team Rocket, questi promettono di sciogliere il team. Ma non c'è da fidarsi della parola di un membro del Team Rocket!


Il tempo scorre

Nella regione di Johto il tempo è scandito in modo preciso e coincide con quello del mondo reale. Un orologio nel gioco tiene traccia dell'ora e del giorno della settimana correnti, entrambi elementi che influenzano gli eventi a Johto. Per esempio, alcuni Pokémon sono più attivi durante il giorno. Altri invece sono notturni, il che significa che bisogna avventurarsi quando fa buio per catturarli. Inoltre, nella regione di Johto l'evoluzione di Eevee in Espeon o in Umbreon dipende dal momento della giornata in cui sale di livello se il suo affetto è alto.

A Johto c'è anche un gruppo di sette fratelli, ciascuno dei quali appare solo in un determinato giorno della settimana. Una volta trovati, danno utili strumenti per i Pokémon, per cui vale la pena scovarli tutti. Ma non è finita qui! Ci sono tanti altri aspetti del gioco da scoprire che dipendono dal giorno della settimana. Ad esempio, il programma Pokémon Music del Pokégear trasmette musica diversa in base al giorno, alcuni Allenatori possono essere sfidati solo in giorni specifici e si può partecipare alla Gara Pigliamosche al Parco Nazionale solo di martedì, giovedì e sabato.

L'introduzione del concetto di tempo come fattore che influisce nell'avventura Pokémon ha aggiunto profondità all'esperienza di gioco. Il mondo Pokémon ci è sembrato all'improvviso più reale sapendo che la vita dei Pokémon e dei personaggi di Johto continuava anche a console spenta.


Ritorno alla regione di Kanto

È vero, sono moltissimi i momenti indimenticabili che ci ha regalato Johto, ma chiunque abbia sconfitto il Campione della Lega Pokémon di questa regione sa qual è il più memorabile di tutti. Parlando con il Professor Elm dopo aver fatto ritorno a casa, si riceve da lui un biglietto per salire a bordo della M/N Acqua a Olivinopoli. Questa nave conduce ad Aranciopoli, città portuale della regione di Kanto! Ed ecco che all'improvviso l'avventura nella regione di Johto ci riporta dove tutto è cominciato.

Anche se si tratta di una versione ridotta della regione di Kanto rispetto a quella esplorata in Pokémon Rosso e Pokémon Blu, rivisitare luoghi familiari come sorta di giro trionfale per celebrare la recente vittoria a Johto regala un'emozione unica. Come se non bastasse, alcuni Pokémon di Johto sono migrati a Kanto, per cui è possibile catturarli anche lì. Inoltre, si possono sfidare i Capipalestra della regione di Kanto per aggiungere le loro Medaglie alla propria collezione.

Una volta ottenute tutte le Medaglie di Kanto e Johto, è il momento di prepararsi all'ultima sfida. All'interno del Monte Argento della regione di Johto, raggiungibile dal Percorso 28 a Kanto, si trova Rosso, il protagonista di Pokémon Rosso e Pokémon Blu. Qui si deve affrontare il celebre Allenatore taciturno, per cui è meglio prepararsi per essere all'altezza della sua potentissima squadra di Pokémon.


Altri momenti da ricordare

Che retrospettiva su Johto sarebbe se non menzionassimo gli incredibili Pokémon leggendari che abitano questa regione? Nel corso dell'avventura in queste terre, ci si imbatte in due torri ad Amarantopoli che, secondo la leggenda, rappresentano il luogo in cui risiedevano Lugia e Ho-Oh. Si dice che i due Pokémon siano svaniti quando una delle due torri fu distrutta da un incendio. Non resta che cercare di risolvere il mistero della loro scomparsa e far tornare i Pokémon leggendari alla loro dimora originale.

La storia di Lugia e Ho-Oh è strettamente collegata anche a quella di tre altri Pokémon leggendari della regione di Johto: Raikou, Entei e Suicune. Si dice che Ho-Oh abbia riportato in vita questo trio di Pokémon quando la sua torre fu colpita dall'incendio. Il primo incontro con questi tre Pokémon avviene nella Torre Bruciata, ma fuggono prima di poterli affrontate in una lotta. Da quel momento in poi, vagano liberamente nella regione di Johto, in attesa di essere scovati.

Prima di salutarci vogliamo ricordare l'ardua lotta contro Chiara, la Capopalestra di Fiordoropoli. Grazie al suo Miltank e alla sua potentissima mossa, Rotolamento, ha dato una sonora batosta alle nostre squadre di Pokémon. Chi se lo immaginava! Per essere un Pokémon dall'aria latte e miele, Miltank è in grado di infliggere moltissimi danni.





Il nostro tour nel mondo Pokémon non finisce qui, c'è ancora una regione da esplorare! Torna presto a trovarci, perché faremo ritorno dove tutto ha avuto inizio. Proprio così: la prossima tappa sarà la regione di Kanto sempre nell'ambito dei festeggiamenti per i 25 anni di Pokémon.

E non perderti le precedenti rassegne delle regioni Pokémon: sono zeppe di emozioni e momenti straordinari!


La regione di Galar

La regione di Alola

La regione di Kalos

La regione di Unima

La regione di Sinnoh

La regione di Hoenn

Torna su